Chiudi
0577 42102 cantagalli@edizionicantagalli.com
In offerta!

Il modello cinese: capital-socialismo del controllo sociale (13° Rapp. DSC)

Tredicesimo Rapporto sulla Dottrina sociale della Chiesa nel mondo

16,00 15,20

Dettagli

 Autore: AA.VV. - a cura di R. Cascioli, G. Crepaldi e S. Fontana  Pagine: 224  Formato: 14,5x21  ISBN: 9791259621283

Descrizione

Gli osservatori sempre più adoperano l’espressione “modello cinese” per capire il presente e, ancor più, per prevedere il futuro. La Cina avrebbe realizzato un modello politico ed economico che viene proposto oltre i confini nazionali, in quanto ritenuto valido ed efficace a livello globale.

L’elemento principale del modello cinese è la commistione tra centralismo totalitario e sviluppo economico e tecnologico. Contemporaneamente viene esercitato un controllo rigoroso della popolazione, comprese le convinzioni etiche e religiose. Questo nesso tra totalitarismo politico e tecnologie avanzate sembra essere destinato – ma non tutti concordano – a fare della Cina un colosso geopolitico che ridisegnerà le relazioni globali.

Si dice che ci sia una incompatibilità di fondo tra il modello cinese e le democrazie occidentali ma, considerato l’appeal che esso esercita qui da noi e le debolezze dell’Occidente, si può pensare anche il contrario. Basti vedere il crescente accentramento di potere e degli strumenti di controllo sistemico nelle democrazie occidentali per motivi sanitari, fiscali, commerciali, burocratici, mass-mediali e così via. Anche nelle nostre democrazie c’è una oligarchia politica, un controllo sempre più minuzioso della vita dei cittadini, una sorveglianza sulla vita religiosa, una pianificazione familiare imposta dall’alto. Per molti versi il modello cinese è già qui.

Con saggi di: Gianfranco Battisti, Riccardo Cascioli, Paolo Gulisano, Maurizio Milano, Steven Mosher, Daniele Onori, Gaetano Quagliariello, Aldo Rocco Vitale.

 E un intervento del Cardinale Joseph Zen.

Il Rapporto è redatto dall’Osservatorio Cardinale Van Thuân sulla Dottrina sociale della Chiesa, in collaborazione con i seguenti Centri di ricerca: Centro Studi Rosario Livatino, Roma; CIES-Fundación Aletheia, Buenos Aires; Fondazione Magna Carta, Roma; Fondazione Osservatorio sociale, Wroclaw; Fundación Pablo VI, Madrid; Centro de Pensamento Social Católico dell’Universidad San Pablo, Arequipa.

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “Il modello cinese: capital-socialismo del controllo sociale (13° Rapp. DSC)”

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *