Chiudi
0577 42102 cantagalli@edizionicantagalli.com
GRAZIE, DON SANDRO!

Ieri sera è salito alla Casa del Padre il nostro amico don Sandro Spinelli.

Per la Santa Pasqua ci inviò questa lettera che è profetica e attuale nel giorno in cui don Sandro ha avuto la grazia di incontrare il Padre che lo avrà abbracciato e stretto a sé.

Grazie don Sandro per la tua amicizia… prega per noi e dal Paradiso proteggici.

David Cantagalli

 

È RISORTO! È LA PASQUA 2021

di don Sandro Spinelli

 

Chi ci autorizza a proclamare questa certa parola: “È Risorto!” se non la fede nel Signore? Altrimenti questa parola sarebbe impossibile da pronunciare da parte dell’uomo, sarebbe difficile da dire e da esprimere da parte nostra; eppure, con potenza essa è riecheggiata dalle profondità di un sepolcro ed è verità della vita.

Le donne, che han trovato il sepolcro di Gesù Cristo vuoto, non potevano dire: “È risorto!”… ma semplicemente che il sepolcro era vuoto. Solo l’Angelo ha potuto affermare: “Egli non è qui, è Risorto!” (proprio come lui solo aveva potuto dire e dare a Maria quell’unico messaggio: “Concepirai un Figlio; sarà Figlio di Dio”).

Le donne sono andate solerti, trepidanti e pietose (a volte come noi) al sepolcro, ma han trovato la pietra rotolata via e la tomba vuota. Son prese da timore. Ma all’ingresso della tomba vuota sentono queste parole: “Non abbiate paura” (Mc 16,6) “Voi cercate Gesù Nazzareno, il Crocifisso. Non è qui, è risorto”.

Per questo anch’io (anche noi) oggi, seppur nell’incertezza dei nostri passi così precari, posso e possiamo affermare: “È Risorto!”.

Certo! La gioia di Pasqua è più grande di ogni timore (solitudine, precarietà, fatica, dolore, morte). Cristo ha vinto tutto! Vince me, vince tutte le mie, le nostre incertezze.

Il liturgico Exsultet! diventa così la chiamata alla gioia della vittoria di Gesù, e noi siamo testimoni di tale letizia perché Gesù Cristo ci ha assicurato: “Io sono con voi vivo e per sempre, … perché io sono il Signore dei vivi”. Ed anche: “Come il Padre ha mandato me, anch’io mando voi!”.

Mezzolombardo, 2 aprile 2021

Con affezione ai miei amici

don Sandro Spinelli

Perdonate la semplicità di questa meditazione, ma la mente, il cuore e il fisico (di questi tempi) non mi sono di valido aiuto.

 

 

Aggiungi commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con *