Chiudi
0577 42102 cantagalli@edizionicantagalli.com

Permanere nella verità di Cristo

Matrimonio e Comunione nella Chiesa Cattolica

16,50

Dettagli

 Autore: AA.VV. a cura di Robert Dodaro  Pagine: 296  Formato: 13,5x21cm  ISBN: 9788868790912

COD: item829 Categoria: Collana: Product ID: 2603

Descrizione

All’inizio del 2014 il cardinale Walter Kasper ha lanciato un appello affinchè la Chiesa armonizzi «fedeltà e misericordia di Dio nella sua azione pastorale riguardo ai divorziati risposati con rito civile» (Il Vangelo della Famiglia, Queriniana, 2014).Un invito al confronto arriva con questo volume, scritto in vista del sinodo sulla famiglia, che vede lo sforzo congiunto di cinque cardinali della Chiesa cattolica (Brandmüller, Müller, Caffarra, De Paolis e Burke) e di altri quattro studiosi (Mankowski, Rist, Vasil’ e il curatore Dodaro). Nei loro interventi, gli autori dimostrano come, esaminando i testi biblici fondamentali e facendo ricorso alla patristica, non sia possibile dare sostegno sic et simpliciter ad una forma di “tolleranza” – come sostiene il cardinale Kasper – che riconosca la facoltà di accedere al sacramento dell’Eucaristia a quanti abbiano contratto il matrimonio civile successivamente al divorzio. Il volume affronta poi la questione della oikonomia, pratica diffusa nell’Oriente ortodosso a partire dal secondo millennio e scaturita dalle pressioni politiche degli imperatori bizantini, che consente l’ammissione alle seconde nozze religiose dopo un periodo di penitenza, tracciando la storia secolare della resistenza cattolica a questa convenzione. Gli autori argomentano in favore del mantenimento delle basi teologiche e canoniche della connessione tra dottrina cattolica tradizionale e disciplina sacramentale inerente il matrimonio e la comunione. La fedeltà della Chiesa alla verità del matrimonio costituisce così il fondamento irrevocabile della sua misericordiosa e amorevole risposta alla persona civilmente divorziata e risposata. Il libro, quindi, sfida la premessa secondo la quale la dottrina tradizionale cattolica e la pratica pastorale contemporanea sarebbero in contraddizione.